domenica 22 aprile 2018

Lega Nord di Bologna: “ I parcheggiatori abusivi al Maggiore sono una costante. Situazione inaccettabile, è necessario presidio fisso di polizia"


Da Lega Nord

"Non è ammissibile che davanti all'ospedale Maggiore, presidio di sanità pubblica, si trovino parcheggiatori abusivi che importunano con richieste e minacce i pazienti e i visitatori dell'ospedale, " si legge in una nota di Umberto Bosco, consigliere comunale della Lega a Bologna e di Nicolò Malossi, coordinatore provinciale Lega Giovani. 

"Secondo l'amministrazione comunale è sufficiente mandare in modo sporadico una volante della polizia municipale per contrastare questo fenomeno," afferma Bosco. " Peccato che appena la volante si allontana i parcheggiatori tornano in azione." I due esponenti della Lega continuano: "Manca un piano lungimirante di sicurezza in un luogo strategico come un'ospedale. Riteniamo che a una critica debba seguire una proposta costruttiva, ecco perché sosteniamo che, in attesa dell'ultimazione del nuovo parcheggio, l'amministrazione comunale debba istituire un presidio fisso al Maggiore e sequestrare ai parcheggiatori il denaro estorto con l'inganno e le minacce".

A Marzabotto il racconto di Rashid Mirza, 'La strada dell’asino'.

Riceviamo:


Domani, lunedì 23 aprile alle 17,30, nella Casa della Cultura e della Memoria di Marzabotto Rashid Mirza presenta il suo racconto illustrato  “La strada dell’asino”.

L’autore, richiedente asilo pakistano, accolto presso il Distretto dell’Appennino Bolognese, illustrerà il suo libro con  Juliane Wedell, operatrice dell'accoglienza per Lai-momo . 

In Pakistan si dice che quando non ci sono alternative non si può far altro che seguire la via dell’asino. La strada di chi non ha scelta. Così è stato anche per due degli ospiti del centro di accoglienza straordinario di Ponte Limentra a Riola di Vergato (Grizzana Morandi) che hanno deciso di raccontare in un libro, fatto di illustrazioni e racconti, il loro viaggio verso l’Italia. Rashid Mirza era un giornalista, Gul k un appassionato di disegni. dalla loro collaborazione è nato “La strada dell’asino”.

La presentazione sarà accompagnata dalla musica di Carlo Maver.

Lizzano in Belvedere. Precipita con il parapendio, intervengono Soccorso Alpino ed Elisoccorso

Alle 14.30 circa di oggi, sabato 21 aprile, un uomo è precipitato mentre praticava  parapendio,  in località Panigale di comune di Lizzano in Belvedere, procurandosi diversi traumi. Dopo il decollo da Monte Pizzo il parapendio ha perso immediatamente quota, forse per una manovra sbagliata e un guasto all'apparecchiatura, ed è atterrato malamente. L'uomo ha riportato anche una frattura alla gamba. Il momento è stato difficile anche per tre ragazzi in compagnia dell'uomo. Uno di loro ha perso la corrente d'aria rovinando su un albero, per fortuna senza importanti conseguenze. Un secondo ragazzo, nel tentativo di sorvolare la zona dell'incidente, è incorso nella medesima problematica perdendo il controllo dell'ala, precipitando e ferendosi.

Immediata la risposta dei soccorsi da parte della C.O. 118 che ha inviato sul posto elisoccorso munito di verricello, equipe sanitari e tecnico del Soccorso Alpino , ambulanza e la squadra territoriale dei tecnici del Soccorso Alpino. L'uomo R.S. residente a Anzola Emilia (BO) è stato immobilizzato, stabilizzato ed imbarcato sull'elicottero per essere ospedalizzato. 


sabato 21 aprile 2018

La critica letteraria delle donne a Sasso Marconi.

Le   Voci della Luna  invitano, domani, domenica 22 aprile, alle  16, nella sala comunale Renato Giorgi di Sasso Marconi, all'evento ' Donne e critica letteraria in Italia oggi': un punto sulla critica letteraria di poesia prodotta da donne o su opere di donne.

Dialogheranno, Liana Borghi, Giusi Montale, Renata Morresi, Alessandra Trevisan

Letture e riflessioni sulla poesia delle donne, anche a partire dagli interventi del pubblico


Durante l'evento sarà presentato il  numero 70 della rivista de Le Voci della Luna  dedicato al tema dell'8 marzo.  



Domenica con 'benedizione dei cellulari'

Benedizione dei cellulari, smartphone, tablet e di altri moderni strumenti di comunicazione, domani, domenica 22 aprile, a Sasso Marconi durante la Messa delle 9 e a San Lorenzo in quella delle 11. 

Il parroco don Paolo Russo ha spiegato l'iniziativa facendo notare che questi strumenti sono ormai nelle mani di tutti, di anziani, adulti, giovani e perfino bambini, tenuti sempre in tasca, spesso tra le mani e sotto i propri occhi. Per questo motivo è necessario ricordare che va fatto di questi oggetti un uso consapevole e 'buono'. “Benedire significa 'dire bene' di Dio, 'dire bene' di tutte le sue creature e quindi in particolare di tutte le persone”. 
Nella Chiesa Cattolica esiste un libro liturgico, il Benedizionale, frutto del Concilio Vaticano II, che contiene diverse benedizioni su persone e anche su oggetti e luoghi (case, negozi, laboratori). Una sezione particolare è rivolta agli impianti e agli strumenti tecnologici. Tra questi oggetti ci sono i mezzi di comunicazione.
Don Paolo termina citando un passaggio: “ Abbiamo tutti veramente bisogno di cominciare a 'dire bene' anche del nostro cellulare per il nostro bene e per il bene di chi ci sta accanto, spesso messo in ombra proprio perché stiamo troppo 'rivolti con gli occhi' al nostro dispositivo”.

Pertanto, benedire il cellulare significa sollecitare gli utenti– con l’aiuto di Dio -a 'dire' e a 'fare' un buon uso del proprio smartphone.