venerdì 28 luglio 2017

Il consigliere Morris Battistini mette le mani nella 'patata bollente', Ortopedia di Vergato.

Il consigliere comunale di Marzabotto, Morris Battistini, con una interpellanza sferza gli amministratori pubblici sulla bollente tematica 'Ortopedia di Vergato' e scrive:
 
Dopo le ultime dichiarazioni dal sindaco Giuseppe Nanni circa lo spostamento di Ortopedia dall'ospedale di Vergato a quello di Porretta entro il prossimo dicembre, assumono una gravità senza eguale i silenzi delle amministrazioni locali che tanto declamavano la volontà di mantenere i servizi ospedalieri a Vergato”.

Battistini continua:

I Sindaci si stanno genuflettendo al volere del Partito Regionale a guida di Stefano Bonaccini e a conduzione Sergio Venturi.
 Il mio Gruppo Consiliare ha presentato l'interpellanza che trovate in allegato che, se troverà conferma nell'ipotesi di cui all'oggetto, darà seguito ad un azione globale che partirà dall'Appennino fino ad arrivare sotto i Palazzi della Regione.Crediamo che la politica della collaborazione e della solidarietà ai Sindaci e alle loro Amministrazioni abbia dimostrato la totale indifferenza o ancor peggio la pessima complicità che un primo cittadino possa mantenere davanti alla propria comunità
 Francamente riteniamo finiti i tempi di attesa e di pazienza. I momenti in cui si chiedeva sobrietà e condivisione. Qui qualcuno ci sta prendendo in giro temporeggiando così da, in totale autonomia, portare avanti le proprie volontà.Se i Sindaci e il presidente dell'Unione dell'Appennino Bolognese intendono restare alla finestra a guardare, facciano pure. Noi andremo a prenderci (anzi a mantenerci) l'ospedale lì dov'è, costi quel che costi essendo certi che i cittadini saranno con noi in questa importante battaglia. Non tanto per l'ideologia o il colore politico, ma più che altro per l'importanza che un tema come quello della Sanità e del diritto alla salute ha e deve avere.
Continui pure Franchi ad occuparsi  di gadget, mentre gli portano via da sotto il naso il suo tanto "amato" ospedale.



 Alleghiamo le foto dei nuovi spazi già allestiti all'ospedale di Porretta in cui sarà ospitato il reparto di ortopedia”.



Ecco l'interpellanza:


Premesso
che in data 29 giugno è avvenuto un Consiglio Comunale a Marzabotto in cui Maggioranza e Minoranze hanno approvato una Mozione dello scrivente Gruppo Consiliare oltre che una del Gruppo di Maggioranza, in cui ci si impegnava al mantenimento del Reparto di Ortopedia presso l’Ospedale di Vergato;
che lo stesso impegno era già stato assunto dal comune di Vergato e da quello di Grizzana Morandi qualche settimana prima;
 
Preso atto
che ad oggi nè i sindaci, né l’Assessore Regionale Dott. Venturi nè la AUSL hanno pubblicamente diramato informazioni utili a tal fine;

Considerato
che a fronte di alcune interrogazioni dei colleghi di Vergato, il Sindaco Gnudi aveva dichiarato di sostenere un incontro con l’Assessore Regionale Dot. Venturi per Martedì 20 Giugno poi rinviato a Giovedì 29 Giugno;
che negli ultimi giorni di Giugno c.a. sulla Gazzetta dell’Appennino sono state pubblicate delle dichiarazioni del Sindaco Giuseppe Nanni di Alto Reno Terme in cui lo stesso affermava con una certa fierezza che il reparto di Ortopedia sarebbe stato trasferito presso l’Ospedale del suo comune entro Dicembre del 2017 sottraendolo di fatto all’Ospedale di Vergato;

Rilevato
che molteplici sono le voci oltre che le immagini circa l’allestimento informatico degli spazi dedicati al reparto di Ortopedia presso l’Ospedale Costa di Porretta Terme ;
che il Presidente del Distretto Socio Sanitario nella persona del Sindaco Marco Mastacchi ha dichiarato sul Resto del Carlino che non gli risulta nessun trasferimento del Reparto di Ortopedia di Vergato;

Tenuto conto
che appare evidente come oggi alcuni amministratori locali, che già due anni fa dichiaravano inutile qualsiasi battaglia al fine di ottenere il mantenimento del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vergato, oggi invece, strumentalizzino e cavalchino l’onda di chi da mesi sul territorio si sta impegnando al fine di ottenere risultati fattivi per il mantenimento della Sanità nel Medio Reno;

che il Gruppo Consiliare UCM Marzabotto apprese queste ultime novità ritiene profondamente grave che il Sindaco di Marzabotto non abbia informato le minoranze circa un imminente spostamento del Reparto Ortopedia, rendendosi di fatto, se così fosse, compiacente di queste scelte Regionali;
che lo scrivente Gruppo Consiliare Uniti per Cambiare Marzabotto, se tali informazioni dovessero essere confermate, tornerà a scendere per le strade del paese fino ad arrivare sotto i palazzi della Regione EmiliaRomagna per manifestare il proprio dissenso e la propria contrarietà alle politiche folli di questo Piano di Riordino Ospedaliero denunciando palesemente la complicità di quelle Amministrazioni che se pur apparentemente contrarie, hanno sottaciuto genuflettendosi al volere del Partito Regionale;

tutto ciò premesso si INTERPELLA il SINDACO e la GIUNTA COMUNALE per sapere 

se l’incontro di discussione sul piano di riordino Ospedaliero con l’Assessore Regionale e i vertici dell’AUSL si è realmente svolto come previsto;  se sì, quali siano stati i contenuti (eventuali modifiche e le novità che riguardino il Presidio Vergatese) e su quali basi ed informazioni il Sindaco di Alto Reno Terme ha rilasciato le dichiarazioni suesposte;

e che tipo di iniziative intenda attuare, a questo punto, l’Amministrazione Comunale di Marzabotto.

Alla Rocchetta Mattei, i sassi da Riola a Montovolo.


Il sindaco di Grizzana Morandi, Graziella Leoni, informa:


Oggi, venerdì 28 luglio alle 17, a Riola, presso la Rocchetta Mattei, verrà presentato il nuovo libro di Bill Homes,'DA RIOLA A MONTOVOLO. ARTE E ARCHITETTURA LUNGO LA VIA DEI SASSI', frutto della sua più recente indagine incentrata sulla cosiddetta "Via dei sassi" che va da Riola a Montovolo, un percorso straordinario e punteggiato di autentici gioielli, dalla Rocchetta Mattei alla Chiesa di Alvar Aalto, passando per Vimignano e la Scola.

Alle descrizioni dei luoghi e dei personaggi che li hanno vissuti, Homes affianca splendidi disegni acquerellati che costituiscono ormai la sua firma.

Bill Homes, cittadino onorario del Comune di Grizzana Morandi e apprezzato artista che da lungo tempo conduce un vero e proprio pellegrinaggio alla ricerca degli angoli più suggestivi, delle antiche costruzioni e degli scorci più affascinanti del territorio appenninico, con la sua puntuale ricerca ha saputo portare alla luce un tema fondamentale come la conservazione e la tutela del paesaggio e dell'architettura locale, temi particolarmente cari all'Amministrazione comunale che fa del territorio e della sua salvaguardia e valorizzazione in rapporto con l'arte uno dei capisaldi della propria politica culturale. 






giovedì 27 luglio 2017

Intercettato un 'ladro di biciclette' E' un quarantenne pugliese denunciato dai Carabinieri.


Convinto di essere la 'preda' dei Carabinieri si è dato alla fuga. I militari, insospettiti dal comportamento inatteso del fuggiasco e convinti che fosse la sua 'coscienza sporca' a spingerlo a darsela a gambe levate, lo hanno inseguito, acciuffato e verificato che anche 'la fedina' del soggetto 'era sporca'.


I Carabinieri di San Ruffillo hanno denunciato un quarantenne pugliese per furto aggravato, ricettazione, porto di armi o oggetti atti ad offendere e violazione del rimpatrio con “Foglio di via obbligatorio” dal Comune di Bologna. E’ successo questa notte, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio, coordinati dalla Compagnia Carabinieri Bologna Centro, nell’ottica della prevenzione dei reati predatori durante il servizio estivo. In particolare, una pattuglia di San Ruffillo stava controllando le strade del Quartiere Savena quando, giunta all’altezza di via Benedetto Marcello, ha notato l’atteggiamento sospetto di un uomo a piedi con uno scooter fermo al suo fianco. Il soggetto, alla vista della pattuglia ha buttato a terra il motociclo e ha iniziato a correre. Inseguito dai Carabinieri, è stato raggiunto e identificato in un quarantenne pugliese con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e le sostanze stupefacenti, nonché destinatario di un provvedimento della Questura di Bologna che gli intimava di non fare ritorno nel Comune di Bologna fino al 2018. In seguito, i Carabinieri hanno accertato che lo scooter era stato rubato una decina di giorni fa a un trentenne residente nel rione Bolognina. Il quarantenne, dopo essersi attribuito la responsabilità del furto del motociclo e aver ammesso di essere un ladro di biciclette, per giustificare il possesso di una grossa cesoia che aveva con sé, ha tentato di motivare anche il possesso di una borsa contenente una consolle per videogiochi, numerosi DVD e CDROM, dicendo di averla trovata per terra, accanto a un cassonetto per la spazzatura. I Carabinieri, però, considerate le circostanze e la pericolosità del soggetto, tra l’altro inottemperante all’adempimento del “Foglio di via”, non gli hanno creduto e lo hanno denunciato anche per ricettazione.


A Lagune di Sasso Marconi, Messa in onore di Padre Pio con finalità benefica.

Sabato prossimo, 29 luglio, consueto appuntamento annuale tra i fedeli di San Padre Pio a Lagune di Sasso Marconi, presso la famiglia Bendini. 

 Nell’accogliente giardino degli organizzatori, alle 19, verrà celebrata una Messa all’aperto cui seguirà un abbondante rinfresco a base di specialità e piatti della tradizione locale, offerto dai Bendini, devotissimi del santo di Pietralcina per una grazia ricevuta. Il loro profondo convincimento e la loro sincera devozione li spinge ogni anno a dare spazio ai tanti devoti del santo, quasi a voler dare la misura di quanto Padre Pio sia amato.

Le libere offerte che gli intervenuti vorranno lasciare saranno devolute interamente all’Associazione AGEOP per la ricerca sui tumori e le leucemie dei bambini.

Il trasferimento di Ortopedia da Vergato a Porretta, una decisione presa o una bufala. Caro sindaco Gnudi facci capire in quanti 'piedi d'acqua stiamo'.


I consiglieri comunali di Vergato, Giuseppe Argentieri (foto in alto)  e Carlo Monaco (foto in basso),  hanno presentato una interrogazione al loro sindaco per avere chiarimenti sullo 'stato dell'arte' del progetto di riorganizzazione ospedaliera della vallata del Reno e hanno inviato il testo per la pubblicazione, accompagnato dalla precisazione:

Vista la mancanza di notizie che accompagna il piano di riordino ospedaliero del medio alto Reno da parte dell'amministrazione del Comune di Vergato, determinato anche dalla mancata concessione di un tavolo condiviso di confronto e relazione degli avanzamenti operativi, si è reso necessario presentare una seconda interrogazione al Sindaco Gnudi per avere informazione 'sullo stato dell'arte' su una tematica di importanza fondamentale per l'intera vallata del Reno e non solo. Riteniamo inoltre opportuno che il primo cittadino dia delucidazioni anche sulle affermazioni fatte dal Sindaco di Alto Reno Terme con le quali afferma che entro fine anno il reparto di Ortopedia sarà definitivamente trasferito presso l'Ospedale di Porretta Terme.

Ecco l'interrogazione:

Vergato, lì 20 luglio


Al Sindaco del Comune di Vergato
Sig. Massimo Gnudi
e p.c. al Consiglio Comunale di Vergato




Oggetto: Interrogazione sull’avanzamento del piano di riordino Ospedaliero del Medio Reno


  • Considerato che in seguito all’interrogazione da noi presentata in data 13/05 sul piano di riordino Ospedaliero il Sig. Sindaco Massimo Gnudi ha indicato in martedì 20 giugno la data in cui ci sarebbe dovuto essere l’incontro con l’Assessore alla sanità Dott. Venturi per la discussione dello stesso, data rinviata al 29 giugno;
  • Considerato che nel mese di giugno c.a. su un giornale di tiratura locale sono uscite dichiarazioni del Sindaco Nanni di Alto Reno Terme in cui afferma con toni trionfalistici che il reparto di Ortopedia sarà trasferito, entro fine 2017, dall’Ospedale di Vergato a quello di Porretta Terme;
  • Considerato che circolano voci riguardo l’allestimento informatico degli spazi dedicati al reparto di Ortopedia presso il nosocomio di Porretta Terme;
la lista civica “Vergato cambia musica”
CHIEDE


  • se l’incontro di discussione sul piano di riordino ospedaliero con l’Assessore Regionale alla Sanità Dott. Venturi ed i tecnici dell’Azienda USL si è svolto come previsto in calendario;
  • se tale incontro si è tenuto, quali sono le modifiche e gli sviluppi che riguardano l’Ospedale di Vergato;
  • su quali basi il Sindaco Nanni di Alto Reno Terme ha rilasciato le dichiarazioni menzionate.
Cordialmente