sabato 23 settembre 2017

Domenica con la pioggia in Emilia Romagna. Le precipitazioni riguarderanno la Romagna e l'Emilia centrale

Da ANSA


Domani sarà una domenica di pioggia: la protezione civile ha emesso un'allerta meteo gialla per temporali che riguarda la Romagna e l'Emilia centrale.
    A partire dalla mattina e per tutto il pomeriggio sono infatti previste precipitazioni sparse che interesseranno maggiormente il settore centro-orientale della regione e che localmente potranno risultare anche a carattere di rovescio temporalesco di forte intensità. Per le 48 ore successive si prevede un'intensificazione.

Grizzana Morandi. L'orologio solare di Scola segna di nuovo l'ora esatta.


Scola di Grizzana Morandi ha di nuovo il suo storico orologio solare, riportato alla piena e attendibile funzionalità da un attento restauro che ha visto all'opera maestranze e restauratrici di grande capacità, guidate anche dall'affetto per il bel borgo medievale .


Ha presentato l'opera il sindaco di Grizzana Morandi, Graziella Leoni, che ha messo in risalto come la Scola e il suo bell'orologio solare fanno parte dello scrigno di tesori dell'Appennino. Presenze qualificanti che lo valorizzano e che risultano una interessantissima attrazione per un turismo sempre più esigente e alla ricerca di un tempo di serenità, garantito dalla ricca offerta naturalistica e dalle sue bellezze. A costoro l'Appennino sa dare una piacevolissima e interessantissima risposta evidenziata anche dal grande interesse suscitato tra l'altro dalla Rocchette Mattei e dal Santuario duecentesco di Montovolo con la sua ricchezza 'ambientale'. 


Simonetta Saliera, la seconda da sinistra
All'incontro di presentazione ha partecipato anche la presidente dell'Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera, coinvolta nell'azione di recupero per aver contribuito all'incontro fra i promotori e la fondazione finanziatrice. La presidente ha ricordato di essere stata sorpresa, in occasione della sua prima visita al Borgo, dalla semplice e coinvolgente bellezza del piccolo e caratteristico complesso e dalla serenità che il luogo assicura al visitatore. “ Tutto ciò ci consente di pensare, di staccarci della pressanti imposizioni del vivere attuale e ritrovare la libertà del pensiero e della valutazione individuale: qui non si è massa e si perde l'omologazione imposta dal difficile consorzio umano di oggigiorno,” ha concluso la Saliera.


Molto apprezzata la 'zirudella' dedicata all'avvenimento di Leggiadrina Bartolomei, ex vice sindaco di Grizzana Morandi. La poetessa ha letto in lingua dialettale la sua bella composizione, terminata con un lungo applauso di approvazione dei convenuti.

La Presidente di Sculca, Silvia Rossi, ( nella foto, la prima a destra)  soddisfatta per il riscontro positivo avuto per il recupero dell'orologio, ha ricordato che l'associazione si propone ora di restaurare la Pala sull'altare della chiesetta del Borgo, dedicata alla Madonna della Cintura e di ricollocare per le vie del Borgo, con la collaborazione del parroco, una via Crucis in sostituzione di quella antica andata perduta. Ha poi ricordato la bella mostra di opere d'arte in sasso di Montovolo realizzate dallo scultore Daniele Pandolfini e allestita in uno dei locali al centro del borgo.




Le restauratrici


L'ultima nata a Scola e a Scola si è anche sposata

Il frutto dell sapere artistico di Pandolfini


 

I Carabinieri di Bologna celebrano il 74° anniversario del sacrificio del Vice Brigadiere Salvo D’Acquisto, Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Memoria.

Il Comando della Legione Carabinieri Emilia Romagna informa:


Questa mattina, presso la Caserma “Manara”, sede del Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna, alla presenza del Comandante, Generale di Divisione Aldo Fischione, ha avuto luogo la celebrazione del 74° anniversario del sacrificio del Vice Brigadiere Salvo D'Acquisto, Medaglia d'Oro al Valor Militare alla Memoria.

Foto del Comando Provinciale Carabinieri Bologna.
Roma, Torre Palidoro. Era il 23 settembre 1943 quando, a seguito di un presunto attentato alle SS, il comando tedesco prese in ostaggio ventidue civili innocenti. Il comandante del contingente, per tentare di avvalorare il sequestro degli ostaggi, cercò il Carabiniere più elevato in grado della Stazione di Torre in Pietra, affidandogli il compito di individuare un colpevole tra i ventidue innocenti presi in ostaggio. Fu così che i tedeschi aggredirono il giovane Salvo D'Acquisto, Vice Brigadiere in sottordine, cercando di convincerlo ad accusare qualcuno, ma non servì a nulla. Il Carabiniere, infatti, intuendo le intenzioni dei nazisti, decise di accusarsi del presunto attentato e sacrificare così la propria giovane vita, barattandola con quella dei ventidue innocenti: aveva solo ventitré anni.
Dopo la cerimonia religiosa, officiata dal Cappellano militare, Don Giuseppe Grigolon, il Comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna, Generale di Divisione Adolfo Fischione e una rappresentanza di Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, in servizio e in congedo, hanno reso gli onori al monumento del militare, situato nella piazza a lui dedicata, dove è stata deposta una corona di fiori.

A Tolè la 54esima “Sagra della patata”

A Tolè di Vergato domenica 24 settembre la sagra che simbolicamente chiude la stagione estiva e apre quella autunnale celebrando la patata montanara tipica, ingrediente essenziale di tanti piatti della cucina dell’Appennino

Riceviamo

Si terrà a Tolè di Vergato domani, domenica 24 settembre, la 54esima edizione della “Sagra della patata” , per celebrare la coltivazione , che da sempre rappresenta una risorsa di fondamentale per l’agricoltura dell’Appennino e oggi annoverata tra i piatti tipici.


I visitatori potranno gustare all’interno della sala Carboni un pranzo in cui ovviamente la patata è protagonista, con tortelloni e gnocchi di patate al sugo o al ragù, umido a base di costoline e salsiccia, budino di crema di patate, tigelle, polenta al ragù o salsiccia, crema fritta, patate fritte.
Ma anche per chi non prenderà parte al pranzo ci sarà occasione di provare le “patatine di Tolè”, tagliate e insacchettate, i borlenghi, gli zuccherotti montanari e il pane di patata. L’intrattenimento prima e dopo il pranzo sarà garantito dai “Giochi dimenticati” con Giorgio Reali, il trio “Gli scarriolanti” di Marzabotto, la scuola di ballo di Davide Civello ed Elisa Cali. Per i più piccoli è previsto il tiro al bersaglio gonfiabile, il trucca bimbi, il castello gonfiabile mentre presso il campo sportivo ci sarà il mercatino dell’antiquariato
Ospite della giornata sarà la band “The Monkey Swingers”, quartetto di Bologna che presenterà un repertorio di musica swing anni ’30 e ’40.
La patata di Tolè una patata tardiva (quella precoce si raccoglie da aprile a giugno, la comune da marzo ad agosto in pianura e da maggio a settembre in montagna) con caratteristiche organolettiche particolari dovute alla singolare natura del terreno. 

 

Marzabotto. Dalle ceneri dell'etrusca Kainua, il giardino archeologico voluto dai Conti Aria.

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna informa:
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2017, domani, DOMENICA 24 SETTEMBRE, alle 15.30, è in  programma una visita guidata all'area archeologica e alle sistemazioni ottocentesche del parco storico-naturalistico della città etrusca di Marzabotto a cura dell'archeologo Tiziano Trocchi


Ciò che fa di Marzabotto, l’antica Kainua, una testimonianza unica nell’ambito della civiltà etrusca è la straordinaria conservazione dell’originale impianto della città, scandito da ampie strade che si incrociano ortogonalmente, suddividendo in modo regolare lo spazio urbano orientato secondo i canoni dell’etrusca disciplina.
In sintonia con il tema delle GEP 2017, la
visita guidata condotta dall'archeologo Tiziano Trocchi si concentrerà soprattutto sulle trasformazioni, da tenuta agricola a grande parco all'inglese, di una porzione dell'attuale area archeologica volute dai proprietari dei terreni Conti Aria nella seconda metà dell'800. Saranno proprio questi lavori a rivelare la presenza nel sottosuolo di un'importante insediamento etrusco perfettamente conservato.

Tra il 1866 e il 1870 il sepolcreto nord ( nella foto)  della città viene interamente scavato per creare un laghetto artificiale tuttora esistente e dare a questa porzione di parco l'incantevole carattere di "giardino archeologico". Altrettanto importanti i lavori eseguiti sull'Acropoli. Qui al riassetto dell’area si accompagna la realizzazione di alcuni monumenti liberamente ispirati al mondo etrusco che compongono l’immagine suggestiva di uno straordinario parco archeologico-storico-naturalistico: dalla riproduzione di alcuni cippi segnacolo rinvenuti nella stessa città e riprodotti in dimensioni maggiori, fino alla "sorgente etrusca” realizzata spostando l'acquedotto antico. Monumenti destinati a celebrare i fasti di una città che si stava inaspettatamente svelando in quegli anni aprendo squarci su un mondo etrusco ancora assai poco definito, ricordando al tempo stesso il V Congresso Internazionale d'Antichità  Preistorica del 5 ottobre 1871 che ebbe nella città Etrusca di Marzabotto una tappa prestigiosa.

Sabato 23 e domenica 24 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2017, il museo e l'area archeologica sono aperti dalle 11 alle 18.30